Mario Amoruso


AMO

Mario Amoruso

Amo l’odore della tua pelle

quando sciogli i tuoi capelli

il modo in cui mi guardi

e poi mi chiedi

perché non parli?

 

Perché mi lasci assorto

e non servono parole

mentre il mio sguardo si perde

fra le curve del tuo corpo

e il suo splendore.

 

Amo le tue labbra

le tue mani e le tue dita

quando le usi

per stringermi forte a te

e assaporo la tua vita

 

in ogni singolo momento

anche quelli che

si porta via il tempo

perché non c’è distanza

se siamo soli in questa stanza.

 

Amo quando mi sgridi

quando ti arrabbi

e poi mi sorridi

per cercare di far pace

senza darti pace

 

finché non accade

tutto di te mi piace

e mi lascia senza fiato

tutto questo amore

per te incondizionato.

 

Amo il tuo conforto

quando sono triste

odio il mio torto

quando ti ferisco

ma tu mi sorridi

e allora capisco

che sei tu

ad amare me

più di quanto io

possa amare te.


SOTTO UN CIELO D’ESTATE

Come neve sotto il sole 

si sciolse il tuo amore 

perché non era come il mio 

fortificato dentro il cuore

 

e io che cercavo di capire 

ma poi che cosa c’era da capire 

se alla fine di questa storia

non rimane altro che memoria 

 

di ricordi assordanti 

fra rimorsi e rimpianti 

e luoghi dove noi 

ci amavamo come amanti

 

quanti percorsi fatti insieme 

su strade sterrate o pieni di sassi

di salite e poi discese 

a rincorrerci come due matti

 

se guardi ci sono ancora 

le impronte dei nostri passi 

 

che il tempo non cancellerà

neanche la pioggia che cadrà

perché i nostri ricordi 

resteranno per sempre là 

 

su quei percorsi sterrati 

fra rimpianti e risate 

di quei giorni trascorsi 

sotto un cielo d’estate.



COME NON AMARTI

Ci provo ma non riesco 

faccio sempre tardi 

e al mattino mi alzo presto 

con il sole ancora spento 

luce sola dalle stelle 

e la luna come riferimento 

 

scrivo ancora qualche rima 

ma nulla è più come prima 

tu eri proprio importante 

da ritornarmi in mente 

in un solo istante 

come non potrei più parlarne

 

mentre cerco di non pensarti

chiudo gli occhi e tu riappari

con tutti quei tuoi pensieri 

che mi porto ancora dentro 

dimmi, come non amarti

e vorrei tornare indietro 

 

sì tu eri proprio importante 

e ora dentro me c’è solo 

un vuoto molto grande

ti ho amata così tanto

da imprigionarti per sempre 

nel mio cuore e nella mente

 

non faccio altro che pensarti

non avrei dovuto mai lasciarti

non ho più frasi n’è parole 

ciò che resta è questo amore 

che ho lasciato naufragare

è molto caro il prezzo da pagare

 

mentre l’alba è già arrivata 

cerco ancora qualche rima

affronterò questa giornata 

ma nulla più è come prima 

anche se vorrei ignorarti 

dimmi, come non amarti. 

 

 

 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

Bruno Gentile

Bruno Gentile

Translate

Pensiero

Chi ha le ali per volare in cielo, non deve camminare sulla terra!
Anna Maria Gentile

restate informati

La foto di una tua opera qui

Per l'inserimento della foto di una tua opera in questo spazio con il link al tuo sito o profilo social, invia una email a:
salastampa@giallo.it