sabato 29 agosto 2020

Elena Bindi



Inquietudine

La forza della luce


Metropolis

Vicinanza in acque agitate



Nata a Siena nel 1972, sin da piccola mostra interesse e predisposizione per il mondo dei colori, iniziando fin dalla tenera età a "imbrattare" prima fogli, e poi tele, e già in concorsi scolastici -in cui ottiene anche dei premi-  le scoprono un  certo talento, un po’selvaggio, un po’ visionario. 


Tuttavia, gli studi la portano poi ad occuparsi non dei segni visivi, ma delle parole e dei loro segreti, tanto da laurearsi con lode a 25 anni  in Lingue e Letterature Straniere con una tesi in Glottologia sull'evoluzione del fonema f- nella lingua spagnola.

La comunicazione in tutte le sue forme, con le sue mescolanze di lingue e caratteri diversi, l’attrae profondamente e inizia così a viaggiare: due borse di studio internazionali le permettono un anno all'estero in Spagna e in Belgio, dove effettua ricerche linguistiche e al contempo insegna lingua e cultura italiana, comprensiva della nostra storia dell'arte. E qui riprende il suo filo interrotto con l’espressione artistica  visiva.

Studia soprattutto i pittori europei del XIX° e XX° secolo: adora gli Impressionisti e gli Espressionisti e il loro modo geniale di scomporre e ricomporre la realtà e ama, in particolare, Van Gogh, grazie al quale riattiva la sua passione, sopita da anni ma mai spenta, per la pittura e il colore. Questa, infatti, dilaga pienamente, quando visita una mostra monografica sull'artista olandese in cui la compenetrazione tra le immagini dei suoi quadri visionari e i frammenti delle lettere al fratello Théo la sciolgono in lacrime. La grande commozione  provata è un fluido benefico che  le attraversa il cuore e la mente e da lì decide di riprendere a dipingere per continuare a emozionarsi ed emozionare.


Comincia il suo percorso artistico come autodidatta, ma il desiderio di perfezionarsi e confrontarsi l'hanno portata alla ricerca di una formazione più meditata e tecnicamente sorvegliata: da qui l’incontro col maestro Maurizio Fulvio Tronconi, col quale il sodalizio  fecondo  continua e cresce tuttora.


Le sue opere sono state esposte in diverse mostre collettive e personali, soprattutto in Toscana, sua terra d'origine, e alcune sono già presenti in cataloghi specializzati e in collezioni private.



LA POETICA


Per lei l'Arte è emozione e, pertanto, ciò che dipinge è estremamente connesso alla sua personalità: il suo modo di filtrare l'ambiente esterno è largamente proiettato in ciò che dipinge e spesso è il suo stato d'animo a determinare la scelta dei colori  e la gestualità con cui usa pennelli e spatole. La sua è una perenne fase di ricerca artistica nella quale ha maturato la consapevolezza che il suo modo di esprimersi artisticamente è in larga parte connesso alla sua emotività, la quale influenza la direzione che prenderà il lavoro.

Il dipingere per lei è guardarsi dentro, scendere nel fondo anche rimosso  del suo inconscio e farlo riaffiorare con una reviviscenza sempre  diversa, poiché si  è trovato e portato a galla un frammento nuovo, da colorare di nuove tonalità.


Attraverso il colore cerca di raccontare quello che è per lei difficilmente esprimibile con le parole, provando a creare un suo “universo” parallelo, popolato dalle sue emozioni e pensieri. Per lei non è possibile creare un dipinto senza scendere in sé stessa e connettersi con il proprio baricentro emotivo: il quadro finale rappresenta, in questo senso, la porta d'ingresso per l'anima.

L'inizio di una nuova tela, infatti, è come  un tuffo introspettivo di cui non fa quasi mai schizzi preliminari, ma si affida direttamente alla percezione e all'urgenza del momento che trasformeranno quel grande bianco in visioni nelle quali l'idea esiste senza pensiero cosciente e dove la gestualità con cui viene applicato il colore ricopre un ruolo di rilievo. 

Da qui discende una certa  eterogeneità della sua produzione artistica e una profonda differenza di stile tra un quadro e l'altro: non è per mancanza di  coerenza pittorica, ma per la necessità di dar voce alle diverse parti dell’Io che   riaffiorano di volta in volta nelle sue immersioni profonde dentro di sé. Allora ecco che ora realizza opere con una stesura del colore leggera e  sfumata, ora con spatolate cariche di materia graffiata e  magmatica

Tuttavia, per far questo sa che sono comunque necessari studio e dedizione e che ciò che nasce in maniera apparentemente spontanea è il risultato di anni di ricerca.

Anche la scelta dei materiali è variegata e ricade prevalentemente sull'olio e sull'acrilico, talvolta arricchiti dall'inserimento di foglie d'oro o d'argento, carta, stucco o gesso.


Spesso le sue opere nascono dalla semplice osservazione della natura dalla quale l'artista raccoglie le immagini di partenza che poi dissolve e dematerializza, lasciando solo il ricordo di ciò che erano e trasformandole in paesaggi interiori in cui il colore, le forme e i particolari acquisiscono una vita autonoma. Non si tratta di una scelta riflessiva, ma di un istinto artistico supportato dall'acquisizione di un buon livello tecnico.

I paesaggi, urbani o naturali che siano, perdono così la loro concretezza e attinenza con la realtà, trasfigurandosi in atmosfere oniriche che contengono solo l'essenza di ciò che erano: tutto prende inizio da una suggestione originata da una visione reale rielaborata senza che nessun processo logico o sovrastruttura mentale si sovrapponga e il legame che si stabilisce tra l'opera, l'artista e il fruitore ha, quindi, radici che affondano nei sensi e nell'animo. L'astrazione della realtà è ben strutturata e bilanciata nelle vibrazioni delle cromie e delle forme, frutto dell'abile intervento della memoria e del sentimento. 


Siamo, quindi, nel campo dell’assoluto prelogico e di una dimensione visionaria, che cerca comunque sempre di scandire  nel costante try and wrong -umile  e  travagliato- una sua sintassi interiore, sempre in divenire. Non ci sono certo messaggi sapienziali da dare, ma solo la ricerca continua del proprio Io, nei suoi stati d’animo cangianti e questi viaggi dell’anima cerca di offrirli nei suoi dipinti, stupita lei stessa delle agnizioni emerse da uno scavo costante: “la meraviglia e la conoscenza”, appunto. 



CONTATTI


Cell. 339.3078917

Mail: elenabindi@libero.it

Pagina FB: www.facebook.com/elenabindi.artista (qui può essere visionata la galleria completa delle sue opere)



  • Mostre e premi:
    • Mostra d'arte collettiva “Gruppo Dinamo”, Villa Pecori Giraldi, Borgo San Lorenzo (FI), febbraio 2016.
    • Mostra d'arte personale, sede centrale del Banco di Lucca e del Tirreno, Firenze, maggio 2016/17.
    • Mostra d'arte collettiva “I 7 elementi”, Badia a Moscheta (FI), Agosto 2016.
    • Mostra d'arte collettiva “Dipendenze”, Villa Pecori Giraldi, Borgo San Lorenzo (FI), settembre 2016.
    • Mostra d'arte personale “Under the Tuscan Stars”, Castello di Casole d'Elsa (SI), giugno 2017.
    • Mostra d'arte collettiva, Abbazia di Vallombrosa, Reggello (FI), agosto 2017.
    • Mostra d'arte collettiva “Insieme”, Villa Pecori Giraldi, Borgo San Lorenzo (FI), ottobre 2017.
    • Mostra d'arte collettiva “Revolution”, Villa Pecori Giraldi, Borgo San Lorenzo (FI), dicembre 2017.
    • Mostra d'arte biennale “In-liberty e la libertà del distacco”, Villa Pecori Giraldi, Borgo San Lorenzo (FI), maggio/giugno 2018.
    • Installazione pittorica ne "Il mio amico cane", opera teatrale di Marco Paoli, teatro Microscena, Borgo San Lorenzo (FI), marzo 2019
    • Mostra d'arte collettiva "2019 d.C.", Villa Pecori Giraldi, Borgo San Lorenzo (FI), dicembre 2019.
    • Mostra personale " Paesaggi interiori", palazzo del Pegaso di Firenze, sede del Consiglio regionale della Toscana, 6-19 marzo 2020
    • Primo premio al concorso "World Earth Day - Artistic contest of the Arnolfe lands", 22 aprile 2020, con l'opera "Resilienza".
    • Mostra d'arte collettiva "Naturale. Possibili pareti" nella galleria virtuale del Caffé Michelangiolo di Firenze (maggio 2020)
    • Terzo premio, VII concorso internazionale "Nuovi occhi sul Mugello", 12 settembre 2020 con l'opera "La forza della luce".


    Pubblicazioni: 

    • Pubblicazione nel catalogo "In liberty' e la libertà del distacco", settembre 2018, tipografia Noferini.
    • Pubblicazione in "Percorsi d'Arte, l'evoluzione artistica e le nuove tendenze", Asba edizioni, maggio 2019. Inserimento della biografia e di 10 opere.
    • Pubblicazione in "Percorsi d'Arte, l'evoluzione dell'arte e del suo significato attraverso i secoli", Asba edizioni, ottobre 2019. Inserimento della biografia e di 8 opere.
    • Immagine di copertina del romanzo "L'insolita eredità di Vittorio Belfiore" di Massimo Ferretti  in concorso al 58° premio Campiello (marzo 2020), l'Inedito editore.
    • Immagine di copertina della raccolta di poesie "Il peso delle rondini" di Alberto Baroni (giugno 2020), l'Inedito editore.
    • Immagine di copertina della raccolta di poesie "Ombre riflesse" di Giuseppe Chiera (luglio 2020), l'Inedito editore.
    • Pubblicazione in "Antologia Nuovi Occhi sul Mugello", settembre 2020, edizioni N.O.S.M.
    • In fase di lavorazione una monografia personale di 100 pagine, L'Inedito Editore.
    la linea rossa
  •                                                                            L'artista Elena Bindi








Serena Della Rosa

 

Zephir " Ritratto di un cavallo arabo che curioso sporge la testa dal box".

       Golden Grey" Ritratto di un cavallo arabo che curioso sporge la testa dal box"


                 Fine Beauty "Ritratto di un purosangue arabo"


Ritratto di  Ecaho.


Magic Spell "Ritratto di un purosangue arabo"


Serena Della Rosa

 

Nata a Rimini il 29 agosto 1972 da babbo riccionese e mamma bresciana. Vivo a Riccione fino a 10 anni poi con la mia famiglia ci trasferiamo a Misano Adriatico. Qui inizio la scuola media, dove spicco per i miei disegni e le mie sculture, che partecipano ad una mostra scolastica.  Dopo le medie frequento un istituto tecnico conseguendo la maturità come Ragioniere e Perito Commerciale Programmatore, abbandonando così l’Arte.

Dopo ragioneria, visto il mio grande amore per la natura e  gli animali, frequento due anni di Medicina Veterinaria presso l’Università di Bologna, per poi trasferirmi a Padova nel 1997. Qui lavoro per 10 anni in uno studio dentistico e nel 1999 mi sposo.

Durante questi anni ho modo di iniziare il mio viaggio di ricerca interiore, che mi porta a conoscere lo shintoismo, il buddismo, reiki, shiatsu, riflessologia, moxa, chi kung fino ad arrivare al druidismo.   

Accedo nel 2016 al grado di bardo all’interno dell’O.B.O.D. (Ordine dei Bardi Ovati e Druidi) e grazie a questo percorso inizia la mia rinascita artistica.

Imparo a suonare l’arpa lira a 10 corde; poi passo all’arpa celtica a 19 corde, che ora suono con diletto grazie ai bellissimi corsi online dell’arpista Marianne Gubri, e finalmente riprendo il disegno e la scultura, ricevendo una commissione dallo Studio Grafico Padova di Vincenzo Flora, a Ponte San Nicolò. Inizio così creando per lui il layout di una partecipazione di matrimonio raffigurante due unicorni, dipinto ad acquerello ed una cornice di rose.

Proseguo poi con il ritratto del gatto di un’amica, e visto l’entusiasmo con cui sono accolti questi due lavori decido di riprendere seriamente a creare. 

Affronto quindi una nuova sfida: dipingere con i colori ad olio.

Da autodidatta imparo ad usare colori e pennelli ed il primo dipinto ad olio lo finisco il 12/12/2018 e ne rimango entusiasta.

E così inizia la collezione  de “ I Cavalli dell’Anima” , in cui ritraggo principalmente cavalli arabi, i miei preferiti.  Amo i cavalli sin da bambina, da adolescente ho frequentato diversi maneggi . 

Questi mervigliosi animali mi hanno dato tanto. Mi infondono coraggio, gioia di vivere , libertà , bellezza, nobiltà d’animo e pazienza.

I miei quadri sono la mia interpretazione della loro bellezza…..ma anche del loro animo, che per me diventa una sorta di specchio. 

A chi mi chiede qual è il mio stile io rispondo che è Soul Art, perché la mia arte mira a trasmettere i sentimenti che prova l’anima del cavallo, e questo è ciò che mi fa emozionare quando guardo le mie opere, che accarezzo spesso con amore.  

giovedì 20 agosto 2020

Roberta Mello Teggia

 

                                                Malena
Opera creata per la collettiva itinerante dedicata al cinema ArtMovie
Acquerello e disegno con fineliners   30 x 30

                                                                          Rosa ed Omar
Acquerello e disegno con fineliners 
30 x 42
Quadro con racconto


                                             In equilibrio 
Acquerello e disegno con fineliners 30 x 42
Progetto Art&Poesia, in collaborazione con la poetessa Elena Versolatto
Nel postit un verso della poesia che ha ispirato il quadro


                                                                    Ma... l’arte... cos’è?
Acquerello e disegno con fineliners  42 x 30


                                                                    A quattro mani - una vita insieme
Acquerello e disegno con fineliners   42 x 30


                                                                    Don’t stop my Dreams 
Acquerello e disegno con fineliners 30 x 42


                                                 In bici con Alfredo
Opera creata per la collettiva itinerante dedicata al cinema ArtMovie
Acquerello e disegno con fineliners   70 x 50


                                                 Novecento 

Opera creata per la collettiva itinerante dedicata al cinema ArtMovie
Acquerello e disegno con fineliners   70 x 50


                                             Maschere di latta
Acquerello e disegno con fineliners 30 x 42
Progetto Art&Poesia, in collaborazione con la poetessa Elena Versolatto
Nel postit un verso della poesia che ha ispirato il quadro


                                             Sensi
Acquerello e disegno con fineliners 30 x 42
Progetto Art&Poesia, in collaborazione con la poetessa Elena Versolatto
Nel postit un verso della poesia che ha ispirato il quadro


                                             In sogno
Acquerello e disegno con fineliners 30 x 42
Progetto Art&Poesia, in collaborazione con la poetessa Elena Versolatto
Nel postit un verso della poesia che ha ispirato il quadro


                                             confusione di note
Acquerello e disegno con fineliners 30 x 42
Progetto Art&Poesia, in collaborazione con la poetessa Elena Versolatto
Nel postit un verso della poesia che ha ispirato il quadro

Biografia

Sensibile ad ogni forma darte, che ritengo essere il miglior punto dincontro tra realtà e fantasia, sono cresciuta come flautista, ma, attirata dalle arti figurative, ho frequentato anche corsi di acquerello e nel tempo mi sono appassionata al disegno con fineliners. 

Queste sono le tecniche che abbino nelle mie attuali opere, dove scene di vita reale sbucano da sfondi onirici e surreali. Spesso inserisco nei miei lavori uno spartito, come una sorta di colonna sonora della scena.

Nei miei lavori intendo proprio rappresentare questo punto di incontro tra realtà e fantasia, la casualità con cui prendono vita le storie personali, tra mille probabili manifestazioni diverse, mille possibili evoluzioni parallele.

Ho sempre dipinto solo per me stessa e solo nel 2019 ho deciso di mostrare in pubblico i miei lavori, iniziando a partecipare a mostre e concorsi in Italia ed allestero.

 

Ho esposto a Roma allArt Rome International Expo e sono stata selezionata per la partecipazione a mostre a Varazze, Savona, Asti, Parigi, Trieste e Venezia. Alcune mie opere sono state inserite in riconosciuti cataloghi d’arte.

Ho partecipato al concorso Alle radici dellumano” in programma a Matera a fine aprile 2019, dove la mia opera è stata scelta per essere esposta. A luglio 2019 sono stata selezionata tra i finalisti per il Premio Identità e Cultura di La Spezia. Una mia opera è stata inoltre scelta per il Premio Quadriennale della Lupa Capitolina, dove ho ricevuto il II premio. 

Nell’estate del 2020 ho partecipato, con 8 mie opere, alla collettiva d’arte internazionale itinerante dedicata al cinema ArtMovie ed altre 2 opere saranno esposte alla Biennale dei Normanni a Monreale”

Fabiana Macaluso

 

VILLAGGIO MASAI 120X80 OLIO SU TELA 
SCIAMANO MASAI 50X70 OLIO SU TELA

ORISSA SPOSA BAMBINA 70X80 OLIO SU TELA

ORISSA IL DESIDERIO DELLE DONNE  100X90 OLIO SU TELA PURO COTONE 2019

LA GUERRIERA OLIO SU TELA MISTO COTONE 30X40

L'ORIGINE DELLA VITA  150X100 OLIO SU TELA PURO COTONE

IPNOSI MASAI 50X70 OLIO SU TELA

DONNE ORISSA COMMEMORAZIONE AL GENOCIDIO DEL 2008 120 X100 OLIO SU TELA

ABORIGINES  AROUND THE WORLD 70x80- OLIO E SPRAY ANNO AGOSTO 2020

THE PEACE LIST 120X80 OLIO SU TELA

BIOGRAPHY

 

Macaluso Fabiana,

 

Born in Turin 20/2/80 she studied at art school Renato Cottini of Turin graduated with excellent grades and attended some courses continuing her passion. She teaches in an association where she gave birth to her artistic social art-Therapy laboratory, teaches for free … open to all those who do not have the economic possibilities and also to people with disabilities, drawing art as a group therapy and good humor and culture, bringing its students to participate in some international exhibitions during the year to showcase the their artistic skills.

 

Her passion for tribal peoples and ethnic groups different from her origins is born in her during her travels, so she is currently trying to talk through her paintings and sculptures, to create art for integration. Her canvases convey the emotional and affective pathos of a personal history immersed in these distant lands. The intent is to share the splendor of these peoples, the colors, the faces, the poignant expressions and intense traits, tell of the sacredness and respectful austerity that these peoples attribute to life, with which they feel fused and interrelated like a single flow that flows from the blood in the veins and mystically intertwines with the rays of the burning sun that embraces them. There is no break between what is physical and what is metaphysical. Macaluso wants his journey to be the journey of all those who observe.

 

Take part in prestigious exhibitions … to learn more visit the website: (macaluso-fabiana.jimdofree.com) or (www.fabianamacaluso.it) or download the personal app Macaluso Fabiana on the Google Play store is also available the 3d Gallery of Macaluso Fabiana on YouTube.

 

Guest several times on channel 86 TV and channel 829 TV gold on Sky in Rome at the poets and poetry program art and artists presents his collections on Polynesia and Kenya.

 

And for sale the catalog of pages publisher “Universes of art” volume 33 on Amazon and soon also the catalog with 14 works of the artist “Affreschi” No. 9 on display at book fairs throughout Italy.

 

The artistic calendar of Alhena publisher of 2019 is published, dedicating the space to two works by Macaluso for the month of September.

 

(3 of his works will be published on MONDADORI’s Cam for November 2019) and (on the history book of art “THE EVOLUTION OF MODERN ART BETWEEN THE TWENTY AND TWENTY-FIRST CENTURIES” critical historicization archived at the Thomas J. WASTON METROPOLITAN MUSEM library IN NEW YORK.) (On ICONARTMAGAZIN online his work “the peace list” is reviewed) (on Dantebus’s blog a critical essay is written, in particular the work “Ao” is discussed) (reviews on various catalogs related to exhibitions in museums and galleries).

 

Some works are auctioned in some galleries on the site arsvalue.com enters a world art market, becoming a listed artist.

 

Macaluso donates the proceeds of its art to the construction of some drinking water wells in Malindi with some of its Kenyan collaborators, supporting the supply of vaccines against malaria and giving humanitarian aid of any kind, supporting schools for training in the third world.

 

A new collaboration begins in his laboratory with a well-known street-art writer artist in Italy and abroad to expand the art-therapy social artistic laboratory, combining two styles and creating modernity by teaching more techniques and expanding the perspective of the laboratory with young street-art lovers!

 

PARTICIPATE IN MORE EXHIBITIONS AND INTERNATIONAL REVIEWS TO EXHIBITIONS AND COLLECTIVE BIENNIALS AND SOME PERSONALS.

 

KNOWLEDGE BY ILLUSTRIOUS PEOPLE AND THE PERFORMANCE OF THE WORLD CRITICISM AND BY WORLD ACADEMIES AS (ACADEMY IN ART IN THE WORLD OF LECCE THAT GIVES IT IMPORTANT AWARDS AS THE ARTEMISIA GENTILESCHI AND ACADEMY MAISON D’ART IN PADUA WITH THE TOP INTERNATIONAL ART AWARD) THE OSCAR OF THE ART AND THE REGISTRATION TO THE UNIVERSAL HISTORICAL ARCHIVE OF THE FINE ARTS IN THE SITE OF THE CEMTRO ACCADEMICO MAISON D’ART DI PADOVA).

 

The artist was a guest in a BAKSTAGE in alternating school work for some classes of the last year of a technical institute – Galilei- in Avigliana Turin, spurring the young to a biographical and photographic artistic research of her works the school to create a gallery for a month, also published the article of the event ON THE NEW YEAR NEW online.

 

ON SALE THE ARTIST’S WORKS IN THE GALLERY IN THE UNITED STATES in ITALY and  Miit Musium Torino and Maco Musium Roma , in collaboration with private Lamborghini events organized by its Manager

Pompeo De Vito

 


Samantha

Aggiungi Elektra, fairy of the Energy

Sybil__fairy_of_the_wood.

Bambola

Sonya, Amazon Queen

Atman Vs the Dragon

Zora, the Cyborg

Mystic Eye
Gothic.


domenica 16 agosto 2020

Vittorio Mostardi


                                                 "natura morta frutta" olio su tela cm.40x50- 



                                         "omaggio a maria Callas" olio su tela cm.3x40-


                                          Torrente termale a Saturnia" olio su tela cm 50x40


" In campagna" olio su tela cm. 50x40- " 

 " La finestra" olio su tela cm. 40x50-

" marina" olio su tela cm.50x40- " 
 

Bruno Gentile

Bruno Gentile

Translate

Pensiero

Chi ha le ali per volare in cielo, non deve camminare sulla terra!
Anna Maria Gentile

restate informati

La foto di una tua opera qui

Per l'inserimento della foto di una tua opera in questo spazio con il link al tuo sito o profilo social, invia una email a:
salastampa@giallo.it