Massimo Vito Avantaggiato

Massimo Vito Avantaggiato 


SII L’ACQUA - (Al leggendario Maestro di arti marziali Bruce Lee)


Sii L'acqua

e come lei,

possa tu scivolare,

schivare,

erodere,

gocciolare,

e poi grondare.

 

Sii l’acqua,

che solida, 

ricopre le superfici

e che, liquida, 

abita i letti dei fiumi.

 

Sii l’acqua ghiacciata, 

e come gallio 

bismuto e antimonio,

possa tu accrescerti!

 

Sii rugosa come il vetro

e possa tu cambiare la tua anima, 

fino a corrugarla.

 

Possa tu esondare,

rompere argini,

e, sul tuo inesorabile 

e rabbioso cammino,

trascinare via ciò che trovi,

senza mai fluire. 

 

Perché tu puoi ciò che vuoi.




RITRATTO DI CITTA’ 


In uno scambio persistente

vie di ferro si piegano e 

soccombono al presente.

 

Vedo movimenti   

talvolta lontani, 

lontani dal perpetuo 

pendolante

altalenar del sole. 

                                                  

Mentre l’astro si erge 

severo e luminoso,

le acque de’ rivi

si spogliano, riscaldano 

e riposano. 

 

Profumi

si affastellano nell’aere, 

come grovigli di metalli.

 

Ma è ormai il vespro, 

le assemblee di destini si sciolgono,

le anime escono, 

brulicanti, dai metrò,

  

abbandonando intervie 

che si fanno sterminate 

per divenire poi, 

in lontananza, 

chiuse e asserragliate. 

 

Sono ora distratto 

da un naccherare avanzante,

da un ticchettio progressivo 

come di obliteratrici 

che sostituisce, meccanico, 

il veglio zirlar di grilli.


TRASALE

 

Riconosco il sibilo del treno

che viaggia steso 

nell’aere sovrastante.

 

Odo

i sobbalzi dei convogli sulle 

sinuose e ferrose intervie

schiacciate dal peso greve 

delle velocità.

 

Ogni meriggio,

avverto, improvvisi,

i gravi battiti del cuore

che si accavallano coi penosi 

trasalimenti dei tracciati.

 

Percepisco movimenti 

subitanei

e poi voci,

che, prima distinte,

si fanno vieppiù

distanti,

come in un sogno.

 

Rivedo i tempi delle andate,

dei ritorni,

e, senza afferrarli,

quelli degli inconcepibili,

odiosi,

addii.

1 commento:

Bruno Gentile

Bruno Gentile

Translate

Pensiero

Chi ha le ali per volare in cielo, non deve camminare sulla terra!
Anna Maria Gentile

restate informati

La foto di una tua opera qui

Per l'inserimento della foto di una tua opera in questo spazio con il link al tuo sito o profilo social, invia una email a:
salastampa@giallo.it