domenica 27 settembre 2020

Premio Davide di Michelangelo a Francesco Navacchi

 

1000 bolle blu 50x70 acrilici su mdf

L'attesa 50x70 acrilici fosforescenti su tela

L'abbraccio 50x70 acrilici su tela


Fremito d'ali 70x50 acrilici glitterati su mdf

Laghetto d'oriente 50 x70 acrilici su mdf 








  
  

sabato 26 settembre 2020

Francesco Navacchi opere precedenti premi

PREMIO CITTA' DI New York 2019 

 "Secoli a confronto"


Febbraio


Note biografiche

 

Il pittore Francesco Navacchi nasce a Santagata Feltria il 7 agosto 1957. La sua infanzia viene caratterizzata da un costante contatto con la natura visibile nelle sue opere pittoriche sempre immerse in un ambiente bucolico quasi fiabesco. La sua formazione avviene alla scuola d’arte di Fano dove emerge già da piccolo per la sua originalità e per la sua ricerca dell’ aspetto simbolico delle forme e dell’espressione dell’animo ora felice e sereno, ora tormentato  e profondo. Vince le sue prime gare di pittura nell’ambito scolastico. Come prevedeva la vecchia tradizione formativa  va a “bottega” da alcuni grandi nomi del 900 nei laboratori artistici di Pesaro, dove apprende i segreti della composizione e amalgama dei colori che diventano la sua caratteristica peculiare.

Grazie alle diverse esperienze è in grado di produrre opere artistiche utilizzando diverse tecniche pittoriche (olio, colori acrilici, matite, pastelli, cere.  China etc)  su substrati diversi ( es legno, vetro ,tela, cartoncino). Le sua opere sono variegate anche nella scelta dei soggetti. Dalle riproduzioni di bellezze artistiche, a visioni paesaggistiche di località capitali di arte e cultura, come i bei castelli della Valmarecchia, a quadri di deciso stampo Fantasy interpretazione di quell’animo semplice e fantasioso che sempre è rimasto caratteristica della sua indole personle. 

Ha organizzato la sua prima personale della Valmarecchia a San Leo dicembre 2014 gennaio 2015, ha partecipato alle mostre collettive organizzate  per la Pro Loco di Verucchio da Febbraio a Maggio 2017, e contemporaneamente ha svolto una personale a San Leo presso il Palazzo Mediceo dal 1° aprile al 1° maggio. Dal 1° al 10 giugno impegnato in un’altra personale a San Marino presso lo Spazio Multimediale Vittorio Giardi, dal 28 Luglio al 10 settembre 2017 ha esposto presso la sala Espositiva Il Cassero a Tavullia, poi a Pescara presso il Mediamuseum, Museo di arte moderna dal 29 settembre in una collettiva dal titolo “La mia città”. Nel 2018 dal 1 aprile al 1 maggio una nuova personale a San Leo, dal 22 al 29 Luglio collettiva a Fossacesia (Ch) “Le emozioni dell’estate”, organizzazta da Ass Nemesis di Pescara, con il quadro : “Ai confini della realtà”, collettiva presso la Galleria d’arte Albatros di Parma con il quadro “Giardino di primavera”. Partecipazione al “Premio Celeste” on Line. Partecipazione alla collettiva “La libertà nelle arti visive” presso museo Michetti Francavilla Mare , organizzato dall’associazione Nemesis curatore Leonardo Pagllialonga, dal 30/03 al 22/04 , 2019. A marzo del 2019 vince il “Premio città di New York” e la medaglia della critica dell’Università di Lecce- Nuova personale a San Leo dal 13/04/2019 al 10/05/2019 “I fantastico mondo di Francesco Navacchi, IL VIAGGIO” con il Patrocinio del Comune di San Leo. Personale in Acqualagna (PU) dal 02/11 al 10/11/2019 “Fantastico Tartufo” con il Patrocinio del Comune di Acqualagna. Partecipazione alla collettiva “Colori e Pensieri” – Prisca Chieti . organizzata dall’ associazione Nemesis Curatore Leonardo Paglialonga , dal 01/12/2019 al 06/06/2020. Durante la Pandemia Covid-19 della primavera 2020 Partecipazione a “115 artisti contro il Covid” catalogo on line di Francesco Fabbroni arte,e al catalogo “#iorestoacasamamipiacelarte del curatore e critico d’arte internazionale Pietro Franesi. Ha donato per l’emergenza Corona Virus 2 quadri per raccolta fondi a favore della protezione civile e 2 a favore dell’Ospedale Infermi di Rimini al Gruppo “Artisti riuniti per la Romagna”, ed altri due quadri all’ Associazione Pro- Art di Piagge per il sostegno alla Regione Marche.

Selezionato per partecipare al progetto AP (arte prossima) città di Pescara, con il quadro “America”, per la creazione di una pinacoteca di arte moderna. 

Partecipa alla manifestazione ARTESIA a Piagge Terre Roveresche, 30 agosto 6 settembre 2020 


Marzo 

Francesco Navacchi premio città di New York 2020

Premio Città di New York 2020 Turchese

indian blu 50x70 acrilici su mdf

 nativi 50x70 acrilici su Bristol
 




America 50x70 acrilici su bristol









Note biografiche

 

Il pittore Francesco Navacchi nasce a Santagata Feltria il 7 agosto 1957. La sua infanzia viene caratterizzata da un costante contatto con la natura visibile nelle sue opere pittoriche sempre immerse in un ambiente bucolico quasi fiabesco. La sua formazione avviene alla scuola d’arte di Fano dove emerge già da piccolo per la sua originalità e per la sua ricerca dell’ aspetto simbolico delle forme e dell’espressione dell’animo ora felice e sereno, ora tormentato  e profondo. Vince le sue prime gare di pittura nell’ambito scolastico. Come prevedeva la vecchia tradizione formativa  va a “bottega” da alcuni grandi nomi del 900 nei laboratori artistici di Pesaro, dove apprende i segreti della composizione e amalgama dei colori che diventano la sua caratteristica peculiare.

Grazie alle diverse esperienze è in grado di produrre opere artistiche utilizzando diverse tecniche pittoriche (olio, colori acrilici, matite, pastelli, cere.  China etc)  su substrati diversi ( es legno, vetro ,tela, cartoncino). Le sua opere sono variegate anche nella scelta dei soggetti. Dalle riproduzioni di bellezze artistiche, a visioni paesaggistiche di località capitali di arte e cultura, come i bei castelli della Valmarecchia, a quadri di deciso stampo Fantasy interpretazione di quell’animo semplice e fantasioso che sempre è rimasto caratteristica della sua indole personle. 

Ha organizzato la sua prima personale della Valmarecchia a San Leo dicembre 2014 gennaio 2015, ha partecipato alle mostre collettive organizzate  per la Pro Loco di Verucchio da Febbraio a Maggio 2017, e contemporaneamente ha svolto una personale a San Leo presso il Palazzo Mediceo dal 1° aprile al 1° maggio. Dal 1° al 10 giugno impegnato in un’altra personale a San Marino presso lo Spazio Multimediale Vittorio Giardi, dal 28 Luglio al 10 settembre 2017 ha esposto presso la sala Espositiva Il Cassero a Tavullia, poi a Pescara presso il Mediamuseum, Museo di arte moderna dal 29 settembre in una collettiva dal titolo “La mia città”. Nel 2018 dal 1 aprile al 1 maggio una nuova personale a San Leo, dal 22 al 29 Luglio collettiva a Fossacesia (Ch) “Le emozioni dell’estate”, organizzazta da Ass Nemesis di Pescara, con il quadro : “Ai confini della realtà”, collettiva presso la Galleria d’arte Albatros di Parma con il quadro “Giardino di primavera”. Partecipazione al “Premio Celeste” on Line. Partecipazione alla collettiva “La libertà nelle arti visive” presso museo Michetti Francavilla Mare , organizzato dall’associazione Nemesis curatore Leonardo Pagllialonga, dal 30/03 al 22/04 , 2019. A marzo del 2019 vince il “Premio città di New York” e la medaglia della critica dell’Università di Lecce- Nuova personale a San Leo dal 13/04/2019 al 10/05/2019 “I fantastico mondo di Francesco Navacchi, IL VIAGGIO” con il Patrocinio del Comune di San Leo. Personale in Acqualagna (PU) dal 02/11 al 10/11/2019 “Fantastico Tartufo” con il Patrocinio del Comune di Acqualagna. Partecipazione alla collettiva “Colori e Pensieri” – Prisca Chieti . organizzata dall’ associazione Nemesis Curatore Leonardo Paglialonga , dal 01/12/2019 al 06/06/2020. Durante la Pandemia Covid-19 della primavera 2020 Partecipazione a “115 artisti contro il Covid” catalogo on line di Francesco Fabbroni arte,e al catalogo “#iorestoacasamamipiacelarte del curatore e critico d’arte internazionale Pietro Franesi. Ha donato per l’emergenza Corona Virus 2 quadri per raccolta fondi a favore della protezione civile e 2 a favore dell’Ospedale Infermi di Rimini al Gruppo “Artisti riuniti per la Romagna”, ed altri due quadri all’ Associazione Pro- Art di Piagge per il sostegno alla Regione Marche.

Selezionato per partecipare al progetto AP (arte prossima) città di Pescara, con il quadro “America”, per la creazione di una pinacoteca di arte moderna. 

Partecipa alla manifestazione ARTESIA a Piagge Terre Roveresche, 30 agosto 6 settembre 2020 

   

L'artista Francesco Navacchi 

 

mercoledì 9 settembre 2020

Vittorio Mostardi

 

olio su tela
" Ricordo" olio su tela cm. 50x60 anno 2020-

 " Il Viale" olio su tela cm. 50x40.

olio su tela
" harmony" olio su tela cm. 50x60 anno'2020-


" Caccia alla Volpe" anno 2020, cm. 45x65 olio su tavola-
L'artista Vittorio Mostardi 


nota autobiografica:-  

Che cosa posso dire di me stesso? non saprei, ciò che so per quanto riguarda la pittura come espressione artistica, nel senso di esternalizzare al di fuor di noi stessi, sentimenti desideri, idee quasi idealistiche di libertà o utopistici desideri insoddisfatti, mi riesce naturale fin dalla più tenera età, e quando mi immergo in questo fantastico mondo riesco a provare grandi sensazioni di benessere, come se riuscissi in quei momenti, ad elevarmi su un piano quasi spirituale, pur rimanendo in un contesto materico.E' ciò che provo anche ascoltando dei brani musicali o delle poesie  o osservando sculture o dipinti di altri artisti. Tutti modi espressivi di esaltazione di sentimenti hanno secondo me quella matrice spirituale, oserei quasi dire divina, che esalta in noi la parte nobile della nostra umana natura, che ci differenzia perciò dalle altre creature terrene. Tornando con i piedi per terra, per restare in tema, posso dire che la mia crescita artistica ha avuto un lento ma progressivo sviluppo. Iniziava ancor prima di andare a scuola negli anni '60 e proseguiva seppure con varie interruzioni dovute alle vicissitudini della vita, fino ad oggi, in modo più o meno autodidatta, ho sempre cercato di esprimere ciò che mi turbava, o al contrario momenti di gioia o di compiacimento attraverso i miei quadri usando il colore con il suo fascino, più che il disegno per " parlare "usando toni talvolta forti e decisi, altre volte tenui e sfumati. A causa dei mille problemi che nel corso della vita ho dovuto affrontare, non ho mai avuto il tempo materiale per potermi esprimere al meglio al di fuori del mio contesto , partecipando a mostre o altre rappresentazioni, in odo costante, forse anche per un poco di timore, anche se non sono mai mancati riconoscimenti apprezzamenti e incoraggiamenti in questo senso. Così oggi ho deciso "nel mezzo del cammin di nostra vita" di provare a farlo. Il mio nome è Vittorio Mostardi, sono nato a Pisa il 30 marzo 1955, in questa amata città vivo, vivo e lavoro e qualche volta dipingo. Spero d'ora in poi di farlo più spesso, perchè la pittura è una finestra aperta al mondo, e trovo che più approfondisco la mia tecnica e più ignoro il suo vasto potenziale. Vittorio Mostardi

giovedì 3 settembre 2020

Alberto Mesiano

 

                                                                        Titolo: VORREI ESSERE NESSUNO

Tecnica: olio su legno

Dimensioni: 80x125

Anno: 2020


                                                                              Titolo: NEBBIA NELL’ANIMA

Tecnica: olio su tela

Dimensioni: 50x70

Anno: 2020


                                                                                        Titolo: I LOVE YOU

Tecnica: olio su tela

Dimensioni: 60x100

Anno: 2020


                                                                                           Titolo: DONNA

Tecnica: olio su tela

Dimensioni: 40x50

Anno: 2013


                                                                                Titolo: ANOTHER WORLD

                                                                                      Tecnica: olio su tela

                                                                                       Dimensioni: 50x70

Anno: 2020


Alberto Mesiano 

 

E’ un’artista di arte contemporanea, vive a Milano, da anni si dedica alla pittura e, tra le varie tecniche, predilige l’olio che esalta la notevole carica espressiva della sua arte. Inizia a frequentare lo studio del Maestro Aldo Sterchele (pittore lombardo), nonché il suo Laboratorio, dove ha studiato anche scultura.  L’arte è sempre stata la sua passione, e non si è mai sottomesso alle leggi di mercato. Riesce a trasformare il colore in sentimenti: non sempre dolci ed accoglienti, a tratti saranno crudi e forti, ma sempre sinceri. Si occupa prevalentemente dell’universalità della funzione sociale, che ritrae eventi importanti della storia e della attualità. Partecipa spesso a degli eventi con le opere a tema: si dedica alla migrazione, attentati/guerre, realtà di persone speciali con doti artistiche, ma sopratutto, contro la violenza sulle donne. Presenta le opere dove ritrae tutta la sofferenza dei nostri tempi. Ama definire le sue opere “quadri da leggere” ed ogni opera ha una storia, ogni storia ha i suoi colori, ogni colore ha un significato la dove nulla viene per caso. Ma è il colore che usa sulla tela a ridare la speranza. Partecipa a diverse mostre collettive e personali, nazionali ed internazionali. Parte delle sue opere appartengono a collezioni pubbliche e private.

 

STATEMENT

 

Alcune delle mostre più significative: Londra, Barcellona, San Pietroburgo, Parigi, Atene, Oslo, New York, Miami, Rio de Janeiro, Berlino, Milano, Genova, Bologna, Firenze e Roma.

 

ü  2020: Londra (mar/2020) – Presentazione del progetto “L’arte contro la violenza - Panchina Itinerante”; Mostra “International Cultural exchange of art – Salon premier” all’EspacioGallery London.

ü  2019: L’opera “100 passi alla luce del sole”, diventa copertina del Diario scolastico 2019/2020 delle scuole di Mediglia (MI); l’opera “Lui sarà mia madre” diventa manifesto contro l’omofobia; a Parigi, presso il Museo del Louvre, al Salone Internazionale d’arte contemporanea, premiato con una medaglia per il quadro “Mission” e lancio del libro “Dipinti con il cuore – Alberto Mesiano racconta il XXI secolo” scritto su di lui e le sue opere”; a Milano all’Hilton Hotel Mostra personale e Cena benefica e asta di un suo quadro donato per raccolta fondi ai bimbi malati (Ospedale in Grecia) organizzato dall’Ambasciata e Consolato Greco e SOS Villaggi dei bimbi; a Milano/Piazza Duomo l’evento contro la violenza sulle donne: “L’arte contro la violenza – Panchina itinerante”, un progetto sociale per sensibilizzare le persone e dare la loro solidarietà e contributo morale.

ü  2018: Award 2018 Arena Media Star (Castello di Belgioioso/PV) - Vincitore del Primo Premio categoria Arte; Ospite della trasmissione Pomeriggio 216 (Sei la Tv-Bergamo) raccontando i suoi quadri “L’arte contro la violenza”  in occasione della giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne; a Roma è stato insignito del Riconoscimento al Merito in Arte dall’Accademia Internazionale di Poesia e Arte Contemporanea; a Parigi presente presso il Museo del Louvre - Salone Internazionale d’arte contemporanea; ad Oslo all’Ambasciata Brasiliana premiato con medaglia d’oro nella settimana culturale Brasile/Norvegia; presente al Salone Internazionale del Mobile a Milano, alla Casa dei Diritti del Comune di Milano, al Palazzo dei Giureconsulti; riceve sia il Premio Eccellenza Europea dell’Arte per aver valorizzato l’arte e la creatività italiana in Europa, sia una targa di onoriicienza/riconoscimento dal Comune di Pantigliate (MI) per il lavoro svolto e le tematiche sociali trattate.

ü  2017: A Roma,  ha vinto il trofeo argenteo Apollo Dionisiaco, dall’Accademia Internazionale di Poesia ed Arte Contemporanea; al Teatro del Quirinale, ha esposto insieme ai bimbi di Amatrice, donando un suo quadro al Comune di Amatrice/Rieti;  ad Oslo, trofeo per “The best of the saloon” nella settimana culturale Brasile/Norvegia all’Ambasciata Brasiliana ad Oslo; a Parigi, presso il Museo del Louvre, Salone Internazionale d’arte contemporanea, conferito la medaglia nella categoria Arte moderna; a Mediglia (MI), il Comune ha dedicato una serata alle sue opere, con l’evento intitolato “Una rosa per te”, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, dove erano presenti in sala/Teatro i suoi quadri, e per ogni quadro (che raffigurava una donna vittima del femminicidio) era abbinato un ballo di danza classica; a Genova, al Palazzo Ducale, ha fatto una bipersonale intitolata Colori ed Emozioni, in concomitanza alla Mostra di Modigliani; a Milano, Premio Internazionale Arte Milano 2017 per il rilevante impegno stilistico manifestato; sui navigli dove si tiene La Via degli Artisti - Rassegna d'arte, 'e riuscito a mettere insieme 213 artisti per la realizzazione di un’ unica tela. 

ü  2016: In Brasile, partecipa al pre-lancio di una nuova linea esclusiva di prodotti Mag Berry  (azienda di cosmetici brasiliana) con 3 delle sue opere che danno l’immagine e il nome ad altrettante essenze per questo lancio esclusivo; è stato in mostra a Rio de Janeiro (Olimpiadi dell’Arte) in occasione alle Olimpiade, insieme alle opere di José Dali e Dario Fo; a Roma è stato insignito dell’Alto riconoscimento al merito in Arte dall’Accademia di Poesia e Arte Contemporanea; a Cernusco sul Naviglio, mostra personale a Villa Greppi (sede del Comune) in occasione della settimana contro la violenza sulle donne. 

ü  2015: A Milano, presente all’EXPO 2015; nel’evento parallelo l“Expo in Città”, partecipa alla Rassegna d’arte – Naviglio di Milano (La via degli artisti); a Roma è stato insignito dell’Alto riconoscimento al merito in Arte dall’Accademia di Poesia e Arte Contemporanea.

Bruno Gentile

Bruno Gentile

Translate

Pensiero

Chi ha le ali per volare in cielo, non deve camminare sulla terra!
Anna Maria Gentile

restate informati

La foto di una tua opera qui

Per l'inserimento della foto di una tua opera in questo spazio con il link al tuo sito o profilo social, invia una email a:
salastampa@giallo.it